Caso Malasanità. Riconosciuto ai genitori il danno morale per le lesioni gravissime subite dal figlio.

I genitori hanno diritto al risarcimento del danno morale per le lesioni gravissime subite dal figlio a seguito di un caso di malasanità verificatosi presso la Asl di Trapani. Questo ha stabilito la Corte di Cassazione, Sesta Sezione Civile, con l’ordinanza n. 1640/2020.

I genitori di un minore avevano citato in giudizio l’Azienda sanitaria di Trapani e i medici dell’ospedale per il risarcimento del danno non patrimoniale causato dalla sofferenza per le lesioni gravissime subite dal loro figlio che, dopo essere stato ricoverato a seguito di un incidente stradale, ha perso la gamba sinistra.Leggere di più


Cassazione esclude la retroattività della legge Gelli-Bianco: medico risponde a titolo contrattuale

Responsabilità sanitaria. Cassazione esclude la retroattività della legge Gelli-Bianco: medico risponde a titolo contrattuale.

La Corte di Cassazione è recentemente intervenuta sulla controversa questione della retroattività delle leggi in materia di responsabilità sanitaria per sancire un principio risolutivo dei precedenti contrasti giurisprudenziali relativi alla qualificazione della responsabilità del medico, come contrattuale o extracontrattuale, con le relative conseguenze in termini di onere probatorio e prescrizione.Leggere di più


Complicanze da intervento di routine e violazione del consenso informato: Corte d’Appello de L’Aquila condanna Asl abruzzese al risarcimento dei danni

Complicanze da intervento di routine e violazione del consenso informato: Corte d’Appello de L’Aquila condanna Asl abruzzese al risarcimento dei danni

 

La Corte d’Appello de L’Aquila ha completamente riformato una sentenza emessa dal Tribunale di Pescara sul tema della responsabilità medica e della struttura sanitaria, in particolare sul risarcimento del danno causato da “complicanze” in seguito a errato intervento chirurgico e sulla questione connessa del “consenso informato.”

Leggere di più


Danno morale del prossimo congiunto (moglie): sussistente anche per danno biologico al 30%

Danno morale del prossimo congiunto (moglie): sussistente anche per danno biologico al 30%

 

Una recente sentenza della Corte d’Appello de L’Aquila ha riformato una sentenza emessa dal Tribunale di Pescara nella quale non veniva riconosciuto il danno morale/esistenziale alla moglie di un soggetto che, a causa di un errore tecnico durante un intervento, aveva riportato una invalidità del 30%.Leggere di più