ESITO

Responsabilità medica e consenso informato: il buon esito di un intervento non compensa la “perdita” del paziente di valutare un’alternativa (Cass. Civile n. 12205/2015).

Con la sentenza in commento la Cassazione è tornata ad occuparsi di responsabilità medica con particolare riguardo alla fonte, alla struttura e alle connesse implicazioni del diritto al consenso informato, fissando il principio secondo cui possono esservi danni risarcibili anche nel caso in cui l’atto medico non assentito non abbia recato danno alla salute del paziente.Leggere di più